sabato 12 novembre 2011

Dall'altro lato dell'oceano: La triste felicità.

Intendiamoci, il mio sentimento antiberlusconiano è sempre stato forte e mostrato più volte in modo decisamente lapalissiano. Il fatto che finalmente se ne sia andato lì dove finalmente potrà sfogare le sua furie ormonali senza più spaccarci i maroni a noi è sicuramente un evento che ricorderò in futuro. Ma purtroppo non con il piacere sperato. Perché non riesco ad essere contenta? Fermatevi a pensare un attimo, per favore. Ops, scusatemi, ho chiesto troppo. Incapaci di pensare e di riflettere, adesso il popolo italiano festeggia la fine di un governo che lui stesso ha eletto e che sta cadendo per la pressione esterna di paesi economicamente forti che pur di non cambiare la loro condizione elitaria all'interno del mercato preferiscono la dichiarazione di fallimento di un intero paese (che poi da quando una nazione è un'azienda, è da spiegarlo: dichiara fallimento e che fa? licenzia i suoi cittadini levandogli la nazionalità?). Per questo, stando dall'altra parte del mondo e guardando a mio paese con molta nostalgia (mi piace, l'Italia), non sto aprendo una bottiglia di champagne e ridendo della fine di un governo vergognoso. Non festeggio perché non è stato il popolo italiano a far chiudere i battenti a questo governo, non è stato nessuno di quelli che adesso sta in piazza godersela a fare qualcosa. E domani questa stessa gente voterà il prossimo stronzo che ti promette "0 tasse, una vita felice e  votandolo parteciperai ad una mega estrazione con in palio l'iphone 6G" (pensa che lo avrai ancora prima della stessa Apple). Berlusconi se ne va, e poi? Che governo ci sarà al posto suo? Monti. Chi cazzo è Monti? E' più o meno di sinistra. Allora sì che posso dormire sogni tranquilli. E per addormentarmi posso mettermi a contare tutte le belle pecorelle in Parlamento che non vedono l'ora di leccare il culo agli investitori tedeschi mentre l'italiano medio spende 20 euro per 2 zucchine, però le compra in internet attraverso una nuova applicazione per smartphones.

I migliori articoli del web, se ne trovate di migliori, o che possano far parte della lista, sono ben accette segnalazioni.