sabato 3 novembre 2012

Lima - Come si dice in spagnolo "Allora nun se semo capiti: te devi fà gli stramaledetti cazzi tuoi"

- ATTENZIONE LINGUAGGIO ESPLICITO - (si nn t'aregge, hai sbagliato blog)

Oggi è proprio cominciata male. E  non ci crederete ma stare qui comincia proprio a rompermi il cazzo alla grande.
Con chi ce l'ho stavolta? Il fottuto padrone di casa. E dopo così tanto tempo, me devo sfogà perché sennò scendo di sotto e lo pisto de botte. Perché? Perché l'ANIMADELIMORTACCISUA non ha fatto nient'altro che rompermi il cazzo da quando ho messo piede in questa casa.
Cominciamo dall'inizio:
Novembre 2010: erano 2 giorni che avevo messo piede a Lima e stavo nella casa. La sera mi chiama una mia amica per venirmi a salutare e io l'ho invitata a casa mia a bere qualcosa. Lo STRONZO la ferma sulla porta dicendole: "E tu chi sei?" "Un'amica di Alessandra" "Qui non entra nessuno che io non conosco, vattene". E il bastardo prende e imbocca a casa gridando come un'ossesso "Chi sta vivendo qui, dove stanno le ragazze!" E in tutto questo la mia amica fuori dalla porta che non sapeva che fare e lui che non la lasciava entrare. Era proprio cominciata male.
Dicembre2010: Un giorno, stavo da sola in casa. Proprio mentre mi butto sotto la doccia, comincio a sentire dei passi in casa. Ho perso 10 anni di vita, me sò coperta al volo con il pareo e sono uscita dal bagno. Me lo sono ritrovata davanti, sto vecchio maledetto, io mezza nuda, e lui che mi fa: "Ah scusa, pensavo non ci fosse nessuno". E allora? Ci siamo o non ci siamo che cazzo entri in casa senza avvisare? La mia risposta è stata (facendogli notare tra l'altro la mia mise priva di vestiti) "Credo sia ora che se ne vada (A FANCULO)".
Gennaio 2011: Siccome aveva visto un paio di amici venire a casa più il mio ex ragazzo, lo STRONZO, se n'esce con il fatto che io non potevo portare nessuno a casa perché lui stava vedendo troppo movimento. Eccerto, perché brutto cojone si tu non scopi allora io manco posso. E poi chi cazzo sei?Mi padre? La cosa peggiore è che
1) non lo ha detto a me ma alla mia coinquilina
2)quando sono scesa per parlargli, lo STRONZO non è neanche uscito dalla sua stanza, e io ho dovuto parlare con la moglie, spiegandole che ho degli amici e un ragazzo e che continuerò a invitarli a casa mia, se non gli sta bene, STI CAZZI, cambio casa.
La conclusione sapete qual è stata? Che lo STRONZO ha detto che uno dei miei amici una volta gli ha risposto male e quindi per quello non gli era piaciuto. E un'altra volta, MASTIGRANCAZZICHENNTEPIACEIOFREQUENTOCHICAZZOMEPARE.
Marzo 2011: Per un tema di sicurezza, secondo lui, voleva "regolarizzare" la mia relazione con il mio ex. Ma VAFFANCULO te a la tua cultura bigotta demmerda, secondo te io me sposo uno solo perché nella tua mente maschilista e retrograda io non posso avere relazioni senza essere sposata.
Ottobre 2011: dovevo tornare a lima, e avrei dovuto dividere la stanza con la mia coinquilina mentre aspettavo che si liberasse l'altra stanza, il mese dopo. Lo STRONZO decide che vuole fare dello studio un'altra stanza per me, e che una volta che l'altra ragazza avesse lasciato la casa, avrebbe affittato anche la 4rta stanza. ECCERTOZÌ, così te beccavi 200 dollari in più ogni fottuto mese mentre noi stiamo a vive in 4 con un solo bagno e una cucina piccolissima. Morale della favola: m'è toccato annà a vive dal mio ex per un mese, quando già la storia non andava un granché, e la convivenza ha bello che peggiorato le cose.
Ottobre 2012: dopo un anno che pensavamo che finalmente ce lo fossimo levati dalle palle, lo STRONZO decide che il mio coinquilino se ne deve andare. Perché? Perché è spagnolo. A parte il razzismo già di per sé discutibile e condannabile, quello per cui non je annava bene che ci fosse un uomo in casa perché era stato l'unico che fosse riuscito a porre fine a sta storia che lo STRONZO entrasse nell'appartamento quando je pareva.
Novembre 2012: due giorni che il mio coinquilino è andato via, esco un secondo a comprare il pane per fare colazione, torno e me lo ritrovo in casa, mentre stava cacciando un amico che era rimasto a dormire la sera prima. E stavolta sì, me so proprio proprio INCAZZATA.